Stai navigando con un browser obsoleto. per favore aggiorna il tuo browser per migliorare la tua esperienza e la tua sicurezza.

InnovHeart, startup MedTech specializzata in sostituzione della valvola mitrale con tecnologia transcatetere (TMVR), chiude un round Serie B per 20 milioni di euro

07/08/2020

Il round Serie B da 20 milioni di euro siglato questa settimana dalla MedTech italiana InnovHeart ha coinvolto, oltre alla società d’investimento Genextra (investitore di InnovHeart dal 2015), un sindacato di investitori guidato dal venture capital Panakes Partners, con CDP Venture Capital Sgr – Fondo Nazionale Innovazione e Indaco Venture Partners.

L’OBIETTIVO DELL’INVESTIMENTO

L’iniziativa sosterrà le prossime fasi dello sviluppo di Saturn, il dispositivo medicale di sostituzione della valvola mitrale (TMVR) sviluppato da InnovHeart. Nei prossimi mesi, l’azienda prevede di condurre la validazione clinica First-in-Human per il dispositivo in modalità trans-apicale e di completare lo sviluppo del sistema di erogazione anche in modalità trans-settale.

INNOVHEART, L’AZIENDA

CON SEDI A MILANO (ITALIA) E NEWTON (MASSACHUSETTS), INNOVHEART S.R.L. SVILUPPA SISTEMI PER IL TRATTAMENTO DI PAZIENTI AFFETTI DA DISTURBI DELLA VALVOLA MITRALICA. È STATA FONDATA NEL 2015 DA GIOVANNI RIGHINI, DETENTORE DI OLTRE 30 BREVETTI IN AMBITO MEDTECH.

InnovHeart è fondata su eccellenze italiane in campo sia ingegneristico che medico. L’ideatore della tecnologia Saturn, Giovanni Righini, ha oltre 30 anni di esperienza nel design di valvole cardiache e l’advisor cardio-chirurgico Paolo Denti proviene dalla celebre scuola del Professor Ottavio Alfieri al San Raffaele di Milano.

SATURN, UNA SOLUZIONE PER MILIONI DI PERSONE

L’innovazione offerta da InnovHeart può puntare a rappresentare il dispositivo best in class su scala globale per il trattamento del rigurgito mitrale. Questa patologia, nella sua forma più severa, affligge più di 4 milioni di persone solo in USA e Europa, l’85% dei quali non curabili con le tecnologie oggi disponibili. Saturn, grazie alle sue caratteristiche innovative, potrebbe ampliare significativamente il numero di pazienti trattabili e migliorare quindi l’aspettativa di vita di milioni di persone nei prossimi anni.

L’ecosistema a supporto dell’innovazione in Italia